<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=1914132&amp;fmt=gif">

Wanderful for Hope

La natura del nostro lavoro ci porta spesso a confrontarci con l’identità: ogni nuova collaborazione porta con sé la necessità di comprendere chi abbiamo di fronte, domandandoci cosa li identifichi e ne costituisca l’unicità. L’essere costantemente alla ricerca del valore altrui non fa che stimolare in noi la voglia di capirci meglio e costruirci al di là della ragione economica.

Beyond Difference significa proprio questo: cogliere di un’impresa il significato profondo, toccarne l’essenza, percepirne il senso. Il senso è ciò che consente a persone, aziende e prodotti di essere interiorizzati e di stabilire una connessione più profonda con il suo pubblico di riferimento. Senso è completezza, empatia, coinvolgimento e significato. Ad Ander Group abbiamo trovato il nostro nella filosofia Do Good, che descrive la promessa di una politica aziendale socialmente responsabile. Di una cosa siamo certi: che oggi sono le buone azioni a fare la buona impresa, azioni i cui risultati si rivelano spesso più tangibili del profitto. Da tre anni a questa parte abbiamo rivolto la nostra attenzione a Greenhope, fondazione per la lotta contro il cancro infantile che ci proponiamo di presentarvi nelle pagine seguenti. E non pensate sia solo una questione di coscienza! La consapevolezza di esistere anche se “spogliati” dei nostri clienti e dei nostri successi ci rende forti, ci rende unici. E costituisce un tassello irrinunciabile della nostra identità.

Un anno trascorso con Greenhope

greenhope-2

La carta dell’entusiasmo

Lo sport è stato il punto di partenza di un progetto, o addirittura di un “movimento”, che nel corso degli anni si è spinto ben oltre la semplice passione agonistica. Greenhope ha voluto catturare l’aspetto più nobile delle discipline amate: la voglia di raggiungere grandi obiettivi, la forza di affrontare battaglie importanti, l’entusiasmo di una vittoria condivisa.

greenhope-3

Proprio l’entusiasmo sembra essere il leitmotiv di ogni evento firmato Greenhope: di tifosi e appassionati, sportivi e amatori, ma specialmente delle famiglie che grazie alla Fondazione possono trascorrere momenti indimenticabili. Come una forza energica che non smette mai di rinnovarsi, esso è la carta che Greenhope si gioca in questa partita contro il cancro.

In fondo Greenhope è come un’agenzia di organizzazione eventi: il suo obiettivo è far sì che chi soffre possa trovare una via d’uscita –seppure momentanea– alle difficoltà quotidiane.

E come ogni grande sportivo ha bisogno di momenti di svago per prepararsi a nuove sfide, anche i nostri piccoli guerrieri beneficieranno delle emozioni positive regalate da Greenhope grazie al sostegno di molti.

greenhope-4

Uno dei recenti successi in questi termini è stato il Charity Game del 21 novembre 2015, a Davos, che ha visto la squadra di Arno Del Curto sconfiggere i Kloten Flyers davanti a migliaia di spettatori. A catalizzare l’attenzione era però una particolare area della Vaillant Arena, dove sedevano 450 persone tra bambini e adulti: erano le famiglie sostenute da Greenhope arrivati da tutta la Svizzera per partecipare al grande evento. Spiccavano tra la platea grazie al cappellino verde-nero, colori della Fondazione, portati per l’occasione anche dalla squadra dei davosiani.

E ovviamente Ander Group non poteva mancare! Siamo stati completamente travolti dall’entusiasmo di quei bambini che per un momento hanno potuto smettere di combattere: qualcun altro lo stava facendo per loro! L’atmosfera quasi surreale di cui siamo stati testimoni, i sorrisi, il coinvolgimento e il calore ricevuto dai giocatori dell’Hockey Club Davos sono stati un grande regalo; siamo tornati a casa fieri di essere parte di un progetto così importante e così ben riuscito, e fieri dell’aver deciso, anni fa, di fare della filosofia Do Good uno “stile di vita” per la nostra agenzia.

Di sport, mete e team building

La forza del motto Sports Against Cancer colpisce nel segno ovunque si posi, anche quando a essere coinvolte sono realtà che con lo sport non hanno niente a che fare… almeno fino all’incontro con l’entusiasmante mondo di Greenhope! Una delle iniziative che ci ha colpiti particolarmente per il grado di coinvolgimento e i risultati ottenuti è stata promossa dalla Schindler SA, che da due anni organizza veri e propri Tour ciclistici per i propri dipendenti. L’obiettivo? Raggiungere in bici una delle sedi europee e raccogliere fondi da devolvere in beneficenza.

greenhope-5

L’edizione 2015 del Tour De Schindler ha visto 15 dipendenti della sede di Ebikon (LU) raggiungere Parigi a suon di pedalate: 560 km affrontati con grande spirito dal gruppo di amatori che, anche grazie al supporto di tre professionisti del team Greenhope, hanno raggiunto la meta in soli quattro giorni! Arrivati senza intoppi e più uniti di prima, hanno donato il ricavato della loro avventura, ben 20’000 CHF, alla Fondazione.

Lo Sport non è solo agonismo e competitività. È la passione di un tifoso o il sogno di un bambino: è altruista, combattivo ed entusiasta.

greenhope-6

L’esperienza di Schindler, così come la nostra ad Ander Group, dimostrano che adottare una politica di responsabilità sociale e tradurla in azione può avere un impatto molto positivo sui collaboratori e mostrare il lato più umano di un’azienda. Pur non avendo lo sport nel nostro DNA, riconosciamo la necessità di stabilire una meta, porci obiettivi importanti e imparare a fare affidamento sui compagni di viaggio per raggiungerli. Queste sono alcune delle cose che tutti possono imparare, e trasmettere a loro volta, grazie a Greenhope.

Un favoloso mondo di verde vestito

Quando Greenhope lascia da parte bici e divisa sportiva, spogliandosi dei propri abiti usuali, quello che rimane sono la sua forte identità e uno scopo ben preciso. Inclini alla ricerca di senso e di nuovi potenziali comunicativi, non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di tradurre il motto Sports Against Cancer e lo spirito della Fondazione in un nuovo format di eventi, che abbiamo chiamato Stand-up For Hope.

Il concept è nato dalla necessità di dare un carattere d’incitazione al messaggio di Greenhope; Stand-up For Hope non è solo un evento, ma un invito all’azione concreta e uno stile di vita che chiunque può adottare. Abbiamo realizzato un format versatile, così che le aziende interessate potessero ricrearne una propria versione: noi ad esempio l’abbiamo lanciato per l’inaugurazione dei nuovi uffici Ander Group, una serata di musica dal vivo, degustazione vini e show cooking che ha visto la partecipazione di personalità sportive del calibro di Lara Gut, Beatrice Lundmark e Paolo Sagliocco. 

greenhope-7

Insomma, la collaborazione di Ander Group e Greenhope continua a crescere ed estendere i propri confini, ma soprattutto sta riuscendo in una grande impresa: convincere altri a fare altrettanto. Perché dunque non accettare il nostro invito?

Entrare a far parte del mondo Greenhope è facile e gratificante: partecipate, fatevi coinvolgere e coinvolgete a vostra volta; fate in modo di distinguervi dai competitor non solo per la grandezza dei vostri business, ma per quella delle vostre azioni! Quando vorrete organizzare il vostro evento firmato Stand-up For Hope, saremo pronti ad appoggiarvi e consigliarvi. Non vi resta che contattarci, tenendo presente una cosa: i riflettori su Greenhope non si spengono mai.


Wanderful Take

La ricerca di senso è un percorso di vita: fai in modo che le tue azioni ti rendano fiero.

Altri articoli

13 ottobre, 3 min di lettura

Guardare indietro per andare avanti

Abbiamo raccolto i post più significativi del periodo di lockdown per capire quanta strada abbiamo fatto e come sono cambiate le cose in questi mesi. Ecco il risultato.

Wanderful #17

social network

Guardare indietro per andare avanti

Abbiamo raccolto i post più significativi del periodo di lockdown per capire quanta strada abbiamo fatto e come sono cambiate le cose in questi mesi. Ecco il risultato.

Wanderful #17

social network

13 ottobre, 3 min di lettura

13 ottobre, 4 min di lettura

Space Consultancy… Consulenza “Spaziale”

Nato come architetto e ora across designer, Enrico Maria Fabbri ci illustra il metodo che l'ha portato ad essere un designer tra i più apprezzati nel settore.

Wanderful #17

Space Consultancy… Consulenza “Spaziale”

Nato come architetto e ora across designer, Enrico Maria Fabbri ci illustra il metodo che l'ha portato ad essere un designer tra i più apprezzati nel settore.

Wanderful #17

13 ottobre, 4 min di lettura

12 ottobre, 3 min di lettura

Branding vs User Experience: sfatiamo un mito

Branding e User Experience sono due concetti complementari ma profondamente diversi tra di loro. Oggi cerchiamo di chiarirli, uno per uno e una volta per tutte.

Branding vs User Experience: sfatiamo un mito

Branding e User Experience sono due concetti complementari ma profondamente diversi tra di loro. Oggi cerchiamo di chiarirli, uno per uno e una volta per tutte.

12 ottobre, 3 min di lettura

Raccontiamo chi siamo attraverso quello che facciamo.
Resta aggiornato