Raffaella Sansoni 24 giugno 2021 14 min

Google Analytics 101 #2

Nel precedente numero abbiamo spiegato il potere degli strumenti di Web Analytics, abbiamo approfondito meglio la conoscenza del più usato e importante di tutti, Google Analytics, e iniziato ad esplorare i diversi tipi di rapporti. E ora? Continuiamo.

 

Come si installa Google Analytics e, in fondo, a cosa serve? Nel Wanderful #17 abbiamo analizzato le basi di questo meraviglioso strumento di Web Analytics, arrivando a citare i rapporti relativi alla Homepage, alle presenze in tempo reale e al pubblico. Nel precedente numero, insomma, abbiamo capito come scoprire chi sono le persone  che frequentano il nostro sito, se la maggioranza degli utenti è maschile o femminile, se è giovane, se arriva da Mobile o da Desktop.

In questa seconda puntata guarderemo il resto. Cosa rimane? I rapporti che consentono di capire da dove arrivano i clienti e come convertono. Abbiamo conosciuto i nostri utenti, insomma: ora conosciamone il comportamento.

 

Acquisizione

Il Rapporto Acquisizione è molto importante, perché ti permette di capire da dove gli utenti arrivano al tuo sito web (o App).

Se stai promuovendo il tuo sito, ti aiuta a identificare le fonti che portano traffico e conversioni, e ti da la possibilità di confrontare le performance dei vari canali di Marketing. 

Potrai quindi rispondere a domande quali:

  • gli utenti mi trovano nella pagina di ricerca di Google?
  • i post pubblicati su Facebook vengono cliccati?
  • la mia Campagna Google Ads sta generando traffico?

Raffaella Sansoni 2

Andertip: Per capire in che modo gli utenti trovano il tuo sito su SERP (Search Engine Result Page) Google, collega la Google Search Console a Google Analytics.

 

Comportamento

La sezione Comportamento comprende diverse tipologie di Rapporti.

I Report Contenuti del Sito contengono informazioni su quali pagine vengono più visitate, quali sono le pagine del tuo sito attraverso le quali le persone sono entrate e quali sono state le ultime pagine della visita di un utente.
Ti permettono di analizzare quali contenuti sono ritenuti utili e validi dagli utenti, se le tue pagine di destinazione generano conversioni nel modo previsto e se ci sono dei “colli di bottiglia” nella navigazione che indicano una fruizione del sito difficoltosa per i visitatori.

I Report Velocità del sito mostrano con quale rapidità gli utenti riescono a caricare e interagire con i tuoi contenuti e pagine. Ti permette di identificare le aree del sito su cui è necessario intervenire e tracciare la portata di tali miglioramenti.

Andertip: Gli utenti sono sempre meno disposti ad attendere che un contenuto si carichi su una pagina che sono intenzionati a visitare (in media, siamo sotto i 3 secondi). Google lo considera un fattore fondamentale per il ranking dei siti e ti mette a disposizione ulteriori strumenti per la verifica.

Grazie al Rapporto Ricerca su sito, a seguito di una impostazione aggiuntiva, potrai scoprire se gli utenti usano la funzione di ricerca del tuo sito, quali termini ricercano e quali contenuti rispondono efficacemente alle loro esigenze. Potrai inoltre scoprire se ci sono termini cercati per cui non hai creato dei contenuti adeguati e ampliare le informazioni che fornisci ai tuoi utenti. 

Utilizza il Report Eventi per raccogliere dati sulle interazioni con i tuoi contenuti: per esempio, potrai scoprire se gli utenti visualizzano il video o le gallerie di immagini che hai inserito nella pagina di presentazione della tua azienda.

 

Conversioni

Prima di esplorare questo Report, è necessaria una precisazione: per poter visualizzare dei dati, è necessario che tu abbia impostato almeno un obiettivo. Gli obiettivi sono uno strumento essenziale di Google Analytics e ti permettono di tracciare le azioni che gli utenti fanno sul tuo sito e che contribuiscono al successo della tua attività. L’esempio più semplice di un obiettivo è il tracciamento di un nuovo contatto proveniente da un form presente sul tuo sito web.

Google Analytics permette di tracciare 5 tipi di obiettivo:

  • Destinazione - l’utente ha visitato una pagina specifica del tuo sito (per esempio la pagina di ringraziamento dopo aver inviato una richiesta attraverso il form di contatto;
  • Durata - l’utente ha visitato il tuo sito per un certo periodo di tempo (per esempio almeno 5 minuti, che gli permettono di leggere tutto il contenuto della tua pagina di destinazione)
  • Pagine/schermate per sessione - l’utente ha visitato un certo numero di pagine (per esempio ha visitato un numero maggiore di 4 pagine, che gli permettono di completare tutte le fasi di registrazione al webinar che hai creato)
  • Evento - l’utente ha effettuato una azione specifica sul tuo sito (per esempio mettere in play il tuo video di presentazione)
  • Vendita E-commerce - il tracciamento di questo obiettivo prevede impostazioni aggiuntive legate al processo di Check-out presente sul tuo E-commerce.

Nel Rapporto Conversioni, avrai la possibilità di analizzare diverse metriche relative alle azioni importanti sul tuo sito:

  • Quante azioni vengono effettuate dagli utenti rispetto alle visite effettuate, cioè qual’è il tuo Tasso di Conversione
  • Da quali fonti di traffico arrivano gli utenti che effettuano un’azione di conversione
  • Quali pagine gli utenti visitano prima di convertire
  • Quanti giorni ci vogliono tra il primo accesso al tuo sito e la conversione

Tutte queste informazioni ti permettono di analizzare il flusso di conversione del tuo sito Web, di pianificare delle strategie per ottimizzarlo e ricevere più azioni di valore dai tuoi visitatori. Inoltre potrai scoprire quali sono i canali da cui arrivano le conversioni e quale relazione c’è tra loro, per poter pianificare al meglio i tuoi investimenti di Marketing digitale.

Andertip: prima di impostare il tracciamento degli obiettivi, è importante dedicare del tempo a sviluppare una strategia di Marketing che ti permetta di capire quali sono le informazioni che vuoi ricavare dagli strumenti a tua disposizione.

Questa tappa si conclude qui. Abbiamo voluto darti una panoramica delle principali informazioni che potrai trovarci, ma sei solo all’inizio della tua esperienza da Digital Analyst. Nei prossimi numeri troverai una guida su tanti altri strumenti analitici che potrai utilizzare per imparare a misurare le tue Performance.

 

Raffaella Sansoni 3

Raffaella Sansoni 4

Raffaella Sansoni 5

 

Glossario di Google Analytics

Utente/Visitatore: una persona che interagisce con un'app o un sito di cui misuri le attività con Google Analytics.

Sessione/Visita:  il periodo consecutivo di tempo in cui un utente è attivo sul tuo sito o nella tua app. Per impostazione predefinita, se un utente non è attivo per 30 minuti o più, qualsiasi attività futura verrà attribuita a una nuova sessione. Gli utenti che abbandonano il sito e tornano entro 30 minuti verranno conteggiati come parte della sessione originale.

Interazioni o Hit: azione dell’utente comporta l'invio di dati a Analytics. Di deafault Google Analytics conta letteralmente ogni volta che una pagina viene visualizzata sul tuo sito attraverso l’interazione Visualizzazione di pagina. Altri tipi di hit sono quelli di di monitoraggio eventi e di monitoraggio e-commerce.

Bounce Rate/Frequenza di rimbalzo: è la percentuale di sessioni con una sola interazione dell'utente. Gli utenti atterrano su una pagina e la lasciano senza visualizzare nessun altro contenuto, non importa quanto tempo  rimangono sulla pagina. Dato che Google Analytics non ha una seconda interazione da utilizzare per calcolare la durata della visita o tempo sulla pagina, a questa sessione verrà attribuita una durata della visita e un tempo sulla pagina pari a zero.

Conversione: azione che desideri che l’utente effettui sul tuo sito web. Ogni volta che una azione di questo genere si verifica, Google Analytics registra una conversione. Richiede l’impostazione della funzione “Obiettivi”.

Sorgente/Source: è il nome del sito da cui l’utente proviene, per esempio google / facebook / diretto.

Mezzo/Medium: è il meccanismo, o "come" l'utente ha ottenuto accesso al tuo sito.
  • organico: indica il traffico arrivato sul tuo sito tramite la ricerca gratuita, come un risultato di ricerca di Google non a pagamento.
  • cpc: indica il traffico arrivato tramite una campagna nella rete di ricerca a pagamento, come gli annunci di testo di Google Ads.
  • referral: indica il traffico arrivato dopo il clic dell'utente su un sito diverso da un motore di ricerca.
  • email: rappresenta il traffico da una campagna di Marketing email.
  • "(nessuno)" si applica agli utenti arrivati al sito digitando l'URL. I rapporti indicano che la sorgente di questi utenti è "diretta" e il mezzo è "(nessuno)".
avatar

Raffaella Sansoni

Digital Marketing Strategist e Biddable Manager: una vera esperta di numeri! Accanita lettrice e Digital Enthusiast, nessuno conosce i segreti delle Dashboard come lei.