Laura Ferrari 04 ottobre 2021 5 min

Come ottimizzare i video in ottica SEO: Google in trattativa con TikTok ed Instagram

Google molto probabilmente integrerà i brevi video di Instagram e TikTok nei suoi risultati di ricerca. Vuoi conoscere le Best Practice più importanti per ottimizzare i video e crearli in ottica SEO, continua a leggere l'articolo per scoprirne di più.

Ecco una possibile novità in casa Google: l’integrazione dei video di Instagram e TikTok nei suoi risultati di ricerca.

Già a dicembre 2020 erano emerse le prime voci su questa integrazione, a distanza di quasi un anno ecco che si torna a parlare di questo tema.

Questa News non è ancora stata confermata del tutto, ma sembrerebbe che Google sia molto interessato ad integrare i video di Instagram e TikTok nei suoi risultati di ricerca. Infatti, Google starebbe negoziando un accordo con Facebook e ByteDance per ottenere le informazioni necessarie per mostrare i video brevi dei due Social Media direttamente sul motore di ricerca.

 

Chi ci guadagna con questa integrazione? Tutti!

Queste piattaforme guadagnerebbero sicuramente ancora più visibilità, inoltre, poter essere presente anche sul motore di ricerca più utilizzato al mondo è molto vantaggioso anche per i Content Creator che potranno sfruttare un’audience potenzialmente più ampio e diversificato, che non sarà più ristretto unicamente agli utenti dei Social Media.

Cosa possiamo dire invece di Google? Sarebbe il primo motore di ricerca con questa tipologia di contenuti e ovviamente continuerebbe ad aggiudicarsi il primo posto fra i diversi motori di ricerca.

Come ottimizzare i video in ottica SEO su Google?

Negli ultimi anni i video hanno acquistato molta importanza nella SERP (Search Engine Result Page), per questo motivo è importante sapere come ottimizzare i propri contenuti SEO aiutando Google a comprendere al meglio il tema che tratta il video, per poi indicizzarlo che a sua volta aiuterà ad aumentare il traffico organico di un sito o profilo.

 

1. Ricerca delle Parole Chiave

Come abbiamo già menzionato più volte, quando si fa SEO il punto di partenza è la ricerca delle parole chiave da utilizzare per essere trovati, allo stesso tempo non aiuta solo gli utenti a trovare il video ma anche Google a capire qual è il tema trattato e a cosa sono interessati gli utenti quando ricercano contenuti.

 

2. Costruire dei Rich Snippet

I Rich Snippet ti aiutano a dare molte più informazioni utili all’utente, come per esempio la durata del video, la data di pubblicazione, l’anteprima, ecc. Tutti questi dettagli possono aiutare l’utente a decidere se il video è coerente con quello che sta cercando e motivarlo a cliccare il video.

 

3. Trascrizione dei video

La trascrizione dei sottotitoli nei video è una Best Practice sempre più importante, sono molte le persone che guardando i video senza audio. I sottotitoli facilitano la visione del video a chiunque in qualunque momento, inoltre è di grande aiuto per gli utenti con difficoltà uditive e fidatevi, Google premia sempre l'inclusività!

 

Vuoi sapere come puoi raggiungere le vette della ricerca su Google?

Contattaci!

avatar

Laura Ferrari

Laureanda in Scienze della Comunicazione e Ricerca dei Media presso l'Università di Zurigo. Adora i Social Network ed è un'appassionata Editor in erba, curiosa di scoprire le dinamiche SEO e tutti i Trend del mondo digitale.