Blog

LinkedIn: come funziona e come usarlo in azienda (anche la tua)

Linkedin-come-funziona-e-come-usarlo-in-azienda
author

Natalia Piemontese
Content Strategist specializzata in Inbound Marketing (Content Marketing HubSpot Certified).

#genera-nuovi-contatti   #linkedin  

21 marzo, 2018 - 4 min di lettura

Sei un imprenditore e vuoi ampliare la fetta di mercato del tuo business? Allora devi conoscere LinkedIn, come funziona e come usarlo in azienda. Potrai conquistare nuovi clienti o consolidare la tua posizione, fidelizzando la nicchia.

Due diverse strategie di marketing, che puoi utilizzare su un unico strumento, perfetto per raggiungere entrambi gli obiettivi LinkedIn.

Perché questo social media è così utile per promuovere il tuo business? 

Innanzitutto perché sin dalla nascita, porta con sé un taglio "professionale" che lo ha distinto dagli altri network, come Facebook o Twitter. E poi perché da imprenditore esperto, non puoi non guardare con occhio interessato questi dati (aggiornati 2017):

  1. 65 milioni di professionisti di tutto il mondo
  2. media di fatturato annuo aziendale, 109 mila dollari
  3. ogni secondo che passa c'è una persona che crea un login
  4. circa il 50% delle persone presenti ha facoltà decisionale all'interno dell'azienda.

Ecco perché, se vuoi far crescere il tuo business attraverso un network nutrito di contatti e di referral, allora LinkedIndin è il posto in cui cogliere opportunità certe.

Si tratta di una forma di Internet marketing efficace e poco dispendiosa dal punto di vista economico, perché rientra in genere all'interno di un piano strategico di social media marketing (e di una più generica strategia di inbound marketing).

Come procedere per iniziare ad usare LinkedIn

Innanzitutto, crea un login, se ancora non lo hai fatto.

Crea una pagina aziendale che rispecchi il tuo business: l'obiettivo è non annoiare bensì stimolare curiosità ed interesse per attirare le persone. La pagina aziendale va associata comunque ad un profilo personale.

Alla fine dell'articolo trovi un paragrafo dedicato al funzionamento dettagliato del social network.

A questo punto, hai a disposizione due metodi per promuovere il tuo business:

  1. l'approccio passivo
  2. l'approccio proattivo

Qual è meglio? In realtà, l'efficacia è comprovata per entrambi ma come sempre, quando parliamo di strategie di marketing, più l'impegno profuso è al massimo, più saranno i risultati concreti che raccoglierai o perlomeno in minor tempo.

LinkedIn: strategia di marketing passiva

Dopo aver creato il profilo personale e collegata la pagina aziendale, dovrai aver cura di aumentare il network dei contatti e mantenere le informazioni aggiornate. Questo ti consentirà già di per sé di attirare l'interesse di potenziali clienti, facendo comparire il nome della tua azienda, in base alle parole-chiave utilizzate nelle ricerche degli utenti.

C'è uno strumento molto efficace -in termini di aumento della credibilità su LinkedIn- ovvero la raccomandazione. Clienti soddisfatti, fornitori, partner commerciali possono lasciare la loro referenza sulla tua azienda e questo ti consentirà di accumulare un patrimonio di commenti positivi e "vivere di rendita", perché visibile a tutti coloro che visiteranno la tua pagina.

LinkedIn: strategia di marketing attiva

Come per tante altre tattiche di business, è chiaro che più sei coinvolto e agisci attivamente, più velocemente otterrai i tuoi risultati tangibili. I vantaggi migliori su LinkedIn li ottieni promuovendo il tuo business con grande abilità e soprattutto se:

  • Aggiorni in modo regolare le informazioni. Inoltre se lavori sulle parole-chiave e utilizzi la giusta comunicazione per il tuo target specifico di clienti, riuscirai a soddisfare meglio le loro esigenze e a raggiungere l'obiettivo prefissato di aumentare vendite e fatturato.
  • Partecipi alle discussioni sui gruppi. Richiedi l'iscrizione a gruppi legati al tuo settore e alla tua nicchia di clientela. Partecipa attivamente, senza fare spam o pubblicare messaggi commerciali ma rispondendo alle domande delle persone. Questo ti permetterà di essere riconosciuto come esperto nel tuo campo e di rimanere impresso nella mente delle persone.
  • Invii messaggi e inviti ai tuoi contatti e ai gruppi di cui sei membro. Anche in questo caso, evita ogni forma di pubblicità o spam e focalizzati invece sulla costruzione di una relazione di fiducia con le persone, di scambio reciproco di opportunità.
  • Provi la pubblicità su LinkedIn. Ci sono canali appositi dedicati alla comunicazione pubblicitaria sul social media. Funzionano bene e aumentano la visibilità della tua azienda velocemente.
  • Prendi in considerazione l'idea di un piano di abbonamento a pagamento per passare alla versione "Business" e ovviamente avvantaggiarti di notevoli benefici dedicati ai professionisti.

LinkedIn dovrebbe rientrare senza ombra di dubbio all'interno di una strategia di marketing completa e più strutturata per la tua azienda.

In questo modo puoi realmente espandere il tuo network di contatti, far crescere il tuo business, trovare nuovi clienti interessati e creare un'immagine aziendale forte e credibile.

Anche se pensi che in realtà LinkedIn (o i social in genere?) non servano ad aziende come la tua, pensa che non si è mai troppo piccoli o troppo grandi per crescere! Anche solo facendo un giro sul social media per curiosare, sono certo che resterai colpito in maniera favorevole da alcune funzionalità di cui il tuo business non può che beneficiare. Una risorsa preziosa per fare network, per farti conoscere, per ottenere più lavoro, più opportunità di business, più volume per i tuoi affari.

Come promesso, ecco un breve excursus su come funziona LinkedIn (nel dettaglio)

LinkedIn rappresenta una risorsa molto valida per chiunque voglia fare carriera o come te, abbia un business da far crescere e consolidare. Crea un network, apporta nuove relazioni e potenziali consumatori, clienti e partner commerciali. Nasce come social prettamente ad impronta "business", quindi chi lo frequenta conosce già a priori (e dovrebbe attenersi il più possibile) le best practice: nulla di inutile/frivolo/strettamente personale o banale ma solo contenuti di qualità e di valore da condividere, con un unico scopo: aiutare a crescere gli altri, in qualità di persone e professionisti.

Questo non coincide, come purtroppo spesso si lamenta, con il dover essere troppo formali e istituzionali, tutt'altro: si può giocare, scherzare, ironizzare. Ma anziché postare le foto con il cane o la torta di compleanno, meglio optare per la condivisione di un nuovo strumento o un nuovo evento utile a chi lavora in un determinato campo.

Imparare ad utilizzare LinkedIn nel pieno delle sue funzionalità, non è difficile o comunque né più né meno degli altri social network.

Come ho già accennato, il primo passo consiste nel creare un profilo personale. In seguito, dovrai abbinare una pagina aziendale e cominciare a costruire la tua rete di contatti. Il sistema, nel momento in cui raggiungi i 500 contatti, mostrerà da quel momento in avanti, solo 500+, che tu ne abbia 501 o 10 mila. Questo per spingere i professionisti a privilegiare la qualità delle loro relazioni e non la quantità, come invece succede su altri social con contatori differenti.

È in parole semplici, l'essenza dell'approccio inbound: tanti contenuti vincenti, tanto lavoro ma solo e in maniera specifica da indirizzare al tuo target di riferimento, così non si perde tempo e si ottiene tantissimo da ogni singolo contatto. 

I social media rientrano a pieno titolo all'interno di un piano di marketing strutturato sulla metodologia inbound. Se vuoi, puoi scaricare questa guida gratuita e conoscere più da vicino caratteristiche, vantaggi e grandi potenzialità che l'inbound marketing apporta ai business di ogni settore.

LinkedIn come funziona e come usarlo in azienda