<img alt="" src="https://secure.leadforensics.com/222484.png" style="display:none;">
Skip to content
Francesca Moretti 05 gennaio 2022 5 min read

Tigestim Software Environment

Cosa fanno insieme una Software House ed un grande gruppo edile? Cercano un modo per portare la gestione dei cantieri e delle risorse umane al livello successivo!

Luca Quadroni, costruttore e responsabile di un grande gruppo edile, fondato da suo padre Riccardo (sempre alla guida del gruppo) di cui fanno parte quattro ditte operative in diversi ambiti del settore, più una ditta “fuori programma” che si occupa di micro tecnica che realizza costrutti ad altissima precisione per la costruzione di motori. Tra le ditte gestite da Luca e Riccardo Quadroni c’è Tigestim SA: un’azienda immobiliare nonché un General Contractor che
si occupa di vendita, affitto, direzione lavori, manutenzione e ristrutturazione, nata 20 anni fa. In questi anni di attività, Tigestim ha sempre cercato un modo per coordinarsi con l’avanzare della tecnologia, non solo in ambito edile, ma anche nella gestione dei cantieri e delle risorse,
insomma, un gestionale di ultima generazione in grado di facilitare il lavoro di tutti: dai direttori di cantiere all’amministrazione, dalla dirigenza agli operai.

“Un progetto ambizioso ma che abbiamo spesso sottovalutato” ammette Luca “Abbiamo collaborato con moltissimi studenti e, nelle loro mani, sembrava più facile”.
Ovviamente la ricerca del giusto gestionale si è estesa fino a fornitori terzi “Eravamo perennemente scontenti” continua Luca Quadroni “in ogni offerta mancava sempre qualcosa, una feature particolare, una lingua, una voce di servizio, la possibilità di inserire dei cataloghi CRB”.

Luca sapeva di avere un’idea piuttosto esaustiva ed i mezzi necessari per sviluppare il gestionale perfetto per la sua azienda ma poco tempo a disposizione per capire come
realizzarla. In suo aiuto, qualche anno fa, arriva Ricky Artioli, un ingegnere gestionale che in Tigestim ricopre il ruolo di responsabile IT e Web Developer: il perfetto alleato per comprendere le esigenze dell’azienda ed unirle alle sue competenze. Insieme razionalizzano l’idea di partenza di Luca, mettendo a punto la richiesta e cercando una software house in grado di sviluppare il gestionale definitivo.

“Quello che amo di questo progetto è il fatto che Luca e Ricky siano venuti da noi con una scatola piena di elementi, chiedendoci di assemblarli” nella conversazione fa capolino Paolo Domenighetti, CEO della software house Goodcode. Da questo incontro, nasce Tigestim Software Environment: un gestionale dall’interfaccia user friendly, in grado di attingere dati contabili da Orion (gestionale ERP), composto da moduli che ne rendono facili le modifiche e che promuove uno degli obiettivi sempre rincorsi da Luca, ovvero, la comunicazione.

“Quando parliamo di interfaccia user friendly, lo diciamo sul serio” dice Paolo “Il gestionale è un’applicazione sia web (utilizzata soprattutto dagli uffici amministrativo per la gestione HR) che mobile”. È proprio quest’ultima ad essere strutturata in maniera singolare.

L’idea di partenza era quella di creare una community aziendale in grado di coinvolgere tutti i dipendenti ma, soprattutto, un’applicazione che tutti potessero utilizzare, come un social network. “Funziona così: le risorse coinvolte in un cantiere possono aggiornare continuamente l’andamento dei lavori, come un diario di bordo e tutto questo attraverso posting, tag, commenti. La struttura appare piuttosto semplice ed efficace. C’è una foto di riconosci-
mento del cantiere, un indirizzo, i nomi dei responsabili del progetto e tutta una serie di aggiornamenti che costituiscono una sorta di calendario eventi del cantiere stesso” spiega Luca Quadroni. La Tigestim SA è un’azienda gestita da una famiglia e ciò che unisce le famiglie sono condivisione e fiducia, gli stessi valori che i Quadroni vogliono mantenere in un gruppo che ormai conta più di 200 dipendenti, valori da estendere al rapporto con il cliente.

Immaginate di comprare una casa, di ristrutturarla e di avere accesso ad uno storico di cantiere. Non solo una questione di trasparenza (sempre apprezzatissima dal consumatore finale) ma anche una possibilità di risalire velocemente alle origini di un problema, ma anche di limitare il margine degli stessi errori, in fase di costruzione. Un obiettivo per Tigestim ed una bandiera per Goodcode e la sua Vision aziendale: automatizzare l’azienda per emancipare e valorizzare l’essere umano.

tigestim 1

Da sinistra: Luca Quadroni, CEO di Tigestim SA. Ricky Jonathan Artioli, Responsabile IT e Sviluppatore Web & Software in Tigestim. Paolo Domenighetti, CEO di Goodcode.

 


Goodcode Vision 

Automatizzare l’azienda per emancipare e valorizzare l’essere umano.

avatar

Francesca Moretti

Nel ruolo di Digital Marketing Specialist in Ander Group Francesca esprime la sua creatività attraverso la scrittura di contenuti e campagne adv. La sua laurea in Economia e Marketing la mette a frutto analizzando risultati e pianificando strategie digitali per la crescita aziendale. Ogni giorno non è uguale all'altro!