Marianna Barracane 25 giugno 2021 8 min

Les Échecs de la Réussite

Il fallimento è un tappa obbligatoria nel percorso di ogni imprenditore. La storia di Alessandro Soldati e della sua prima Start-up.

Les échecs de la réussite”. Letteralmente, i fallimenti del successo, è il titolo del libro che racconta la storia di Alessandro Soldati ex CEO e Founder di Cronodeal, un sito di vendita online basato sulle aste al contrario. Sin da bambino, Alessandro, sviluppa una propensione a voler fare impresa: sempre pieno di idee e di iniziativa, il giovanissimo Soldati raccoglie funghi e li scambia con le caramelle in drogheria, raccoglie palline da golf per i giocatori in cambio di qualche soldino.

Insomma Alessandro Soldati è un imprenditore nato con un grande obiettivo: amare per tutta la vita il suo lavoro da imprenditore, amarne i successi ma anche (e soprattutto) gli insuccessi. 


Il bambino Alessandro, trovava sempre nuove idee per “fare impresa”. Dal tuo libro sembra che, anche crescendo, questa capacità sia rimasta intatta. Qual è il tuo segreto?

Non mi sono mai posto la domanda. Sicuramente c’è una componente genetica. Da piccoli venivamo costantemente stimolati a creare: costruivamo capanne, giocavamo nel verde. Tv e videogiochi erano praticamente vietati e questo ci ha permesso di ingegnarci per creare il divertimento.

Anche adesso è così, ho talmente tanta passione per quello che faccio che non posso fare a meno di divertirmi. A volte è frustrante per chi mi sta intorno (ride). Semplicemente ho sempre cercato di approfittare del percorso, trarre il massimo da ogni esperienza e non sopporto la noia: mi è capitato durante uno stage ma anche durante il militare di dovermi procacciare qualcosa da fare, qualcosa che mi interessasse. È stato terribile.

Hai partecipato per due anni consecutivi ad un bando per Start-uppers cercando di ottenere una borsa di studio. Cosa è cambiato, nel tuo approccio, tra il primo ed il secondo tentativo con START?

È quello che mi piace degli errori. Per il secondo tentativo ho lavorato sodo ed alla fine ero talmente convinto della mia idea che non ho avuto difficoltà a convincere anche gli altri. Lo scopo era diverso: al primo tentativo volevo vincere la borsa di studio. L’anno seguente volevo illustrare la mia idea. È stata la giusta chiave di lettura.

Il lato “sfigato” dell’essere imprenditori. È di questo che parla il libro. Quali sono state le tue cadute peggiori?

Sicuramente le delusioni più forti sono state quelle sul piano umano: nonostante si cerchi sempre di dare fiducia, di essere aperti e comprensivi, c’è sempre una persona vicina (nel lavoro e nella vita) che ad un certo punto ti deluderà. Nel migliore dei casi si limiterà a trattarti con freddezza ma ci sono state delusioni pesanti: insulti, dati rubati, una volta mi hanno portato via il microonde per dispetto: da non crederci! 

Eppure non si impara mai davvero! Per me è impensabile smettere di dare fiducia alle persone che ci circondando, è vero, adesso metto sempre in conto che la delusione è dietro l’angolo ma cerco di comportarmi come sempre. 

L’aspetto umano è la base di ogni struttura e, in quanto tale, è imprescindibile.

Cronodeal.ch dopo 4 anni chiude. Se avessi la consapevolezza e la conoscenza di oggi, come lo rilanceresti? 

Col senno di poi, riconosco che in situazione critica c’è sempre un problema di comunicazione fra le parti. Spiegare la Vision (e questo è un consiglio accorato per tutti gli imprenditori) nei minimi dettagli, mettendola nero su bianco perché si rischia di creare un divario sempre più difficile da colmare nel tempo. Trasparenza e determinazione: non è possibile eliminare gli errori ma possiamo limitarli.

Adesso, invece, è il momento di Goldavenue: ci racconti l’idea? 

E’ stato un vero e proprio “caso”. Sono stato contattato da MKS Pamp Group, commercianti di metalli preziosi, che mi ha chiesto di essere a capo del progetto e-commerce legato a questi prodotti. 

L’idea di partenza è che il commercio dei metalli preziosi, spesso, avviene tramite i “Compro/Vendo Oro” che non sono proprio trasparenti sui sistemi adottati e che, quindi, fosse necessario creare una realtà in cui l’acquisto dei metalli preziosi fosse spiegato in maniera semplice ed appropriata. La problematica principale è sicuramente quello del trasporto dopo l’acquisto, parliamo di invio per posta al quale affianchiamo un’alternativa più sicura: mettiamo a disposizione una parte del nostro Caveau per custodire i prodotti acquistati dal cliente. 

Dopo un anno di crescita, nel 2019, ci siamo ritrovati nel pieno della pandemia mondiale durante la quale la domanda di metalli preziosi è letteralmente esplosa ed avevamo già pronta una soluzione pratica ed accessibile per l’acquisto di questi beni. È stato un successo e ci sta permettendo di continuare a crescere e di raggiungere obiettivi sempre più alti. Siamo partiti da un computer e un’idea e oggi siamo più di venti.

Il tema del Pitch è piuttosto frequente, nel libro. Come sarebbe il Pitch de “Les Échecs de la Reussite”?

È un libro che si lascia leggere. È scritto perché chiunque possa leggerlo perché non si impiglia in tecnicismi, ma racconta una storia da leggere in poche ore. 

Non c’è la presunzione di spiegare come evitare gli errori ma di raccontare come effettivamente gli errori ci portino comunque nella giusta direzione.

 

Alessandro Soldati 2
avatar

Marianna Barracane

Editor e SEO Copywriter, con una lunga esperienza nel mondo dell'Affiliation Marketing. Adora i Social Media e le riviste di moda. In Ander Group è Content Strategist e si occupa delle strategie di contenuto web e social sia corporate che per i clienti.