<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://px.ads.linkedin.com/collect/?pid=1914132&amp;fmt=gif">

Il Punto di ritorno

Nata nel 2008 per opera di Petter Neby e da allora affidata alle cure del celebre designer Jasper Morrison in veste di Art Director, Punkt. è un’azienda che produce prodotti di elettronica molto eleganti ed essenziali. Obiettivo: tornare a mettere la tecnologia al servizio dell’uomo e non viceversa

and-proof

Punkt. è la prima azienda ad aggiudicarsi il nostro marchio di qualità Wanderful Proof (assegnato dal Wanderful, certifica la perfetta funzionalità, l’utilità, la genuinità, la bellezza e la bontà di un prodotto): un premio simbolico ma, crediamo, di alto valore.

Nata nel 2008 per opera e iniziativa di Petter Neby, Punkt. è una società Svizzera con sede a Lugano che progetta, realizza e vende oggetti tecnologici di consumo come Mobile Phones, Cordless, sveglie e multiprese.

Sfogliando velocemente il sito Corporate - ma guardando anche solo un po’ attentamente uno dei due modelli di cellulare disponibili sull’e-commerce - non può che saltare immediatamente all’occhio un dettaglio: sono Device con funzioni essenziali ma con un Design estremamente curato e dal sapore decisamente contemporaneo. 

punkt-2-1

Quanto di quello che abbiamo oggi è davvero necessario?

“Oggi la tecnologia governa il mondo, e forse ci distrae troppo nella quotidianità. Ho fondato Punkt. per offrire una valida alternativa a chi si sente travolto dalle varie tecnologie che ormai occupano buona parte del nostro tempo. Punkt. vuole utilizzare proprio la tecnologia per adottare alcune buone abitudini che ci aiutino ad essere meno distratti.” A proposito di Mission, ecco quella che Petter Neby ha identificato per la sua azienda.

In un mondo costantemente e ostinatamente online, in cui è necessario essere sempre attivi e proattivi, in cui bisogna produrre e consumare ogni genere di prodotto o contenuto, come se da questa indigestione di informazioni dipendesse il nostro stesso sostentamento, c’è una realtà che va controcorrente, e lo fa in modo insieme gentile e dirompente. Non quantità ma qualità. Niente distrazioni, perché la vita va gustata minuto dopo minuto, senza perdersi in video che si riproducono costantemente per ore senza che ci siano degli occhi attenti a guardarli.

E se un po’ di distacco dall'amata tecnologia ci servisse davvero per stare meglio?

Il mercato, l’idea di Petter Neby l’ha recepita eccome: fin dal primo prodotto, il Cordless DP 01, presentato alla Maison & Objet di Parigi nel 2011 e capostipite di una serie di oggetti che sintetizzano perfettamente l’equilibrio tra forma e funzione, un po’ come il metodo di Ander Group, PerformanceBranding. L’approccio di Punkt. è rivoluzionario, nel senso più etimologico del termine. Non è più il mezzo ad essere al centro della scena, ma l’uomo, con i suoi desideri, le sue passioni, le sue connessioni, le sue priorità.

Il cellulare? Serve a chiamare e mandare SMS. Niente Whatsapp, niente Social, niente app. L’obiettivo è riappropriarsi di relazioni reali e ridurre al minimo quelle digitali, spesso - molto spesso - futili e senza un reale scopo.

Siamo noi il Sole che illumina, dà vita e attorno al quale girano gli oggetti che usiamo nella vita quotidiana, non il contrario: forse qualcuno che desse forma e sostanza a questo concetto fondamentale ci voleva. Ed era necessario lo facesse in modo convincente.

punkt-3

Povero o essenziale? La differenza è abissale. E sta nei dettagli

Altri Brand hanno cercato di creare dei Device attraverso cui consentire alle persone di riappropriarsi del piacere di comunicare, ma lo hanno fatto attraverso linee vecchie, materiali superati, senza il minimo gusto estetico che sia richiesto oggi per essere considerati dai potenziali acquirenti al momento dell’acquisto. 

Punkt. ha preso una direzione diversa: ha scelto come Art Director - fin dalle prime ore dalla fondazione - Jasper Morrison, un Designer inglese conosciuto in tutto il mondo e pluripremiato per l’originalità e la pulizia delle sue linee. 

Con una carriera iniziata nel 1986 dopo la laurea al Kingstone Polytechnic e al Royal College of Art di Londra, Morrison raggiunge la consacrazione nel 2006 con un progetto realizzato in collaborazione col Designer giapponese Naoto Fukasawa, con il quale realizza una mostra - chiamata Super Normal - presso la Axis Gallery di Tokyo, che verrà poi esportata a Londra, Milano e New York e dalla quale verrà tratto un libro.

Da lì una carriera nelle marche più prestigiose nel settore dell’arredamento d’interni e nella produzione di oggetti di Design, fino a imporsi come uno degli artisti “concettuali” - come egli stesso si definisce - più influenti al mondo.

Oggetti eleganti per una quotidianità migliore

Attualmente sono disponibili sullo Store di Punkt. due cellulari, - di cui uno con connessione 4 G che può fungere da Router per un Tablet o un Laptop - una multipresa, una sveglia, un caricatore USB, un Cordless e degli accessori molto raffinati in cui riporre i propri Device una volta terminato di usarli. Due le parole d’ordine: qualità e consapevolezza.

Per rendere il concetto ancora più immediato, è forse più utile riportare le parole del fondatore Neby, capace in poche righe di sintetizzare perfettamente l’idea alla base del Brand: “Se qualcuno vuole parlarmi, mi può chiamare. Altre forme di comunicazione, come le Email o i Social media, sono disponibili quando io decido di utilizzarle - tramite un dispositivo collegato che mi consente di utilizzarle in modo più efficace.”

Punkt. Punto. Semplicità, eleganza ed essenzialità.

Altri articoli

30 aprile, 3 min di lettura

Una terra in una bottiglia

Siamo in Scozia, ma questo non è certo whisky: l'etichetta dice Great British Vermouth. Michael Kaplan, il produttore, ci racconta come nasce questo delizioso prodotto.

Wanderful #16

Cover Story

Una terra in una bottiglia

Siamo in Scozia, ma questo non è certo whisky: l'etichetta dice Great British Vermouth. Michael Kaplan, il produttore, ci racconta come nasce questo delizioso prodotto.

Wanderful #16

Cover Story

30 aprile, 3 min di lettura

30 aprile, 4 min di lettura

Due pizze e due coche, per favore

Christian Testoni, voce storica di Rete 3, ci spiega come, dopo tanti anni di radio, riesce ancora ad emozionarsi di fronte alla storia delle persone. E lo fa a suo modo.

Network

Wanderful #16

Due pizze e due coche, per favore

Christian Testoni, voce storica di Rete 3, ci spiega come, dopo tanti anni di radio, riesce ancora ad emozionarsi di fronte alla storia delle persone. E lo fa a suo modo.

Network

Wanderful #16

30 aprile, 4 min di lettura

30 aprile, 5 min di lettura

Un giorno sarà tutto digital. Ma non oggi

Tra giornali cartacei che stentano a sopravvivere e una nuova generazione armata di Tablet e Smartphone il destino dell’Offline pare segnato. Ma è davvero così?

Wanderful #16

Un giorno sarà tutto digital. Ma non oggi

Tra giornali cartacei che stentano a sopravvivere e una nuova generazione armata di Tablet e Smartphone il destino dell’Offline pare segnato. Ma è davvero così?

Wanderful #16

30 aprile, 5 min di lettura

Raccontiamo chi siamo attraverso quello che facciamo.
Resta aggiornato