Blog

47 Idee per pubblicizzare un sito (e guadagnare davvero)

author

Natalia Piemontese
Content Strategist specializzata in Inbound Marketing (Content Marketing HubSpot Certified).

#genera-nuovi-contatti  

Pubblicizzare un sito perché? Per portare traffico all'azienda, ottenere nuovi contatti e potenziali clienti. Se questo è l'obiettivo per i tuoi affari in questo momento, la sfida è aumentare la visibilità online e finalmente far decollare il tuo business.

Vediamo come!

Tutto nuovo, bello, fiammante... hai realizzato un nuovo sito ma i risultati non arrivano e non riesci ad aumentare il traffico.

Il lavoro che si prospetta è complesso ma ti permetterà di avere un sito di reale valore su Google e soprattutto che funziona.

Per non commettere errori né perdere tempo (evitando così anche rovinosi mal di testa), ecco già pronte 47 idee che Ander Group propone ai suoi clienti (non tutte in contemporanea)!

Tutte (ma davvero tutte) le idee per pubblicizzare un sito online

  1. Pubblica più contenuti con un blog
    Blog, blog parliamo ancora di blog? Assolutamente sì, ad oggi resta il modo migliore per attirare nuovi clienti online. Il blog rende vivo e dinamico il tuo sito, ti permette di offrire giorno dopo giorno, ai tuoi potenziali clienti, un motivo per tornare a trovarti. Attraverso la gestione efficace e professionale del blog puoi pubblicare contenuti utili e di qualità, diventare un punto di riferimento per la tua audience, come esperto di settore, e rafforzare l’immagine della tua azienda, favorendo il brand positioning.

  2. Pubblica articoli lunghi
    Se pensi che un articolo lungo sia destinato a non essere letto in quanto noioso, sorprenditi perché le statistiche sottolineano l’esatto contrario. Le persone cercano sul web soluzioni e nuove idee, per risolvere un problema o gestire al meglio una situazione. Vogliono contenuti esaustivi, completi, che trasudino professionalità, ricerca, impegno nella realizzazione. Tutto deve essere racchiuso in un unico contenuto, come in questo articolo per esempio.
  3. Costruisci una mailing list
    La mailing list è un elenco di contatti a cui potrai inviare le tue e-mail. Ovviamente non prendiamo indirizzi qualsiasi ma selezionati a monte in base ad azioni di marketing mirate e condotte in ottica inbound. Solo prospect (già potenzialmente interessati al tuo sito dunque) provenienti dal tuo target di possibili clienti.

  4. Guest blog
    Se scrivi per siti trafficati, in qualità di esperto, di riflesso anche il tuo sito -che è legato al tuo nome e alla tua figura professionale- ne guadagnerà in pubblicità e visibilità. Scrivere per un sito terzo è un impegno che va portato avanti con la stessa professionalità, competenza e costanza con le quali curi il tuo blog aziendale.

  5. Ottimizza il sito usando le tecniche SEO
    Un’attenzione particolare anche all’aspetto più tecnico della gestione di un blog, è doverosa. La Seo ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca ti permette di adeguare il tuo sito web agli standard qualitativi richiesti da Google e quindi di migliorare la sua posizione all’interno della classifica dei risultati della Serp.

  6. Usa indirizzi con parole chiave
    Se per ogni articolo presti attenzione ad inserire le parole chiave giuste nell’url di riferimento, ecco che sarà più semplice trovare quel contenuto e di conseguenza aumentare la possibilità che venga trovato (e quindi incrementare la visibilità del tuo sito web). Facciamo un esempio pratico: per questo articolo l’url di riferimento è 47-idee-per-pubblicizzare-un-sito. In questo modo la parola chiave risulta ben in evidenza.

  7. Linka fonti autorevoli così che possano condividere i tuoi articoli
    Il fatto di inserire dei link esterni nei tuoi articoli verso fonti autorevoli ti permette innanzitutto di “presentarlo” subito a Google, che così viene a conoscenza che esiste: una vera e propria "bibliografia di valore", che serve ad avvalorare quanto stai dicendo e ad offrire al lettore un'opportunità di saperne di più. Di conseguenza riesci a consolidare il posizionamento del sito nell'indice: va da sé che in questo modo sarà più facile che il tuo articolo “emerga” nel corso delle ricerche da parte degli utenti, migliorando di conseguenza anche la visibilità del sito.

  8. Scrivi titoli accattivanti
    Anche l’articolo più completo e brillante può essere penalizzato in modo pesante da un titolo banale e poco accattivante, che non attira l’attenzione e non invoglia le persone a cliccarci su per leggerlo. Dobbiamo seguire tecniche di copywriting precise per essere certi di sviluppare headline ad effetto e in grado di accendere la scintilla della curiosità nella mente delle persone.

  9. Analizza al meglio le parole chiave spiando i concorrenti
    Se vuoi pubblicizzare il sito web della tua azienda, non puoi fare a meno di andare a controllare cosa stanno facendo e proponendo i tuoi concorrenti. Non si tratta di copiare, anzi l’esatto contrario: trova i “buchi” nell’offerta dei tuoi competitors e colmali, scegliendo le giuste parole chiave per posizionarti sul mercato. La strategia deve mirare a usare le loro stesse tattiche di posizionamento, assicurandoti di farti guadagnare gli stessi link che si guadagnano loro.

  10. Commenta su altri blog e fatti conoscere
    Il comment marketing è una strategia efficace che ti permette di pubblicizzare il tuo sito web attraverso i commenti lasciati nel blog di terzi, in quanto avrai cura di linkare il tuo nome, indirizzandolo verso la tua homepage. Il rischio di un lavoro fatto male è quello di oltrepassare il sottile confine che esiste tra il comment marketing e lo spamming, con conseguenze rovinose e controproducenti.

  11. Identifica i leader nel settore e fatti notare
    È chiaro che ogni settore ha dei leader di riferimento, a cui ispirarci o da prendere come esempio per impostare la nostra linea di lavoro. Aprire un blog e farsi notare dai personaggi più influenti dell’ambiente, risulta non immediato all’inizio ma nel tempo porterà risultati notevoli in termini di visibilità per il tuo sito.

  12. Linka internamente gli articoli
    Linkare internamente gli articoli è una delle strategie più utilizzate dai marketer per fare in modo che gli articoli si “sostengano” l’un l’altro; così il lettore trova sempre nuovi stimoli per rimanere sul sito a leggere più contenuti. Prendiamo come esempio Wikipedia: lo scopo è quello di innescare all'interno del sito una sorta di reazione a catena nella navigazione, con link continui tra una pagina e l'altra. La permanenza di un utente sul sito è un indice di buona qualità, che Google tende a prendere in considerazione.

  13. Invita blogger influenti a scrivere sul tuo sito
    Cosa c’è di meglio per pubblicizzare il tuo sito, di un blogger influente che contribuisce in maniera attiva alla redazione dei testi? Come nel caso dei leader di settore, trovare blogger influenti, disposti a dare il loro contributo, non è un’operazione facile ma dovrà essere il frutto di relazioni da costruire e coltivare nel tempo.

  14. Apri i commenti e interagisci con i visitatori
    Così come il titolo determina l’apertura oppure no del tuo articolo, la chiusura deve essere altrettanto incisiva e diretta. Cosa ti aspetti ora dai tuoi lettori? Oltre ad inserire una call to action per stimolarli a compiere un’azione, apri i commenti e incoraggia lo scambio di opinioni.

  15. Organizza interviste tra gli esperti o pubblica sondaggi e ricerche
    Immagina il tuo blog non come un semplice “diario online” su cui scrivere ma come una vera e propria redazione all’interno della quale coordinare tutta una serie di attività, non solo di marketing ma anche di public relation. Se organizzi interviste con gli esperti, pubblichi sondaggi e ricerche condotte in modo autonomo, non potrai che aumentare la visibilità del tuo sito.

  16. Crea case history interessanti
    Quando racconti le storie di chi ce l’ha fatta e le porti come esempio per stimolare e motivare gli altri a fare lo stesso, compi una mossa vincente per pubblicizzare il tuo sito. Si tratta della cosiddetta riprova sociale, la dimostrazione che si puoi riuscire in un’impresa, che è possibile superare un problema in modo brillante.

  17. Pubblica un articolo pieno di risorse gratuite
    Non tutti gli articoli devono risultare delle vere e proprie miniere d’oro per i tuoi lettori ma periodicamente punta su articoli pillar ovvero dei pilastri ricchi di informazioni e pieni di risorse gratuite da offrire a chi ti segue.

  18. Condividi tutti gli articoli sui social
    Scritto e pubblicato, il tuo articolo ora va condiviso. Su tutti i social che reputi rilevanti per il tuo business ma senza fare copia-incolla, bensì seguendo una linea strategica per il tuo Social Media Marketing. Le interazioni sui social permetteranno al tuo sito di aumentare in modo notevole la sua visibilità.

  19. Aggiorna i vecchi articoli
    Un utente che comincia a leggere un articolo con informazioni non più attuali, scappa; se nei risultati di Google appare datato, neppure lo legge. Ecco il motivo per cui aggiornare in maniera periodica i tuoi vecchi articoli, rinfrescarli e riproporli sui vari canali di comunicazione in modo da pubblicizzare il tuo sito.

  20. Inserisci i tasti social
    Per aumentare la visibilità del tuo sito aziendale, e innescare vere reazioni a catena tra le persone, inserisci i tasti social relativi alle tue pagine sui diversi profili (quindi non ci riferiamo in questo caso ai pulsanti di condivisione come per gli articoli). In questo modo, i visitatori del tuo sito potranno connettersi direttamente con te sui network dove sei presente.
  21. Riduci i tasti social
    È stato dimostrato che (e qui dobbiamo ricorrere al principio di scarsità per spiegare il fenomeno) se in fondo ad un articolo metti un numero ridotto di tasti di condivisione, le condivisioni stesse aumentano (in sostanza eliminiamo il dilemma della scelta rappresentato da troppe opzioni).

  22. Produci contenuti audiovisivi e infografiche
    Se vuoi lavorare in ottica inbound per acquisire nuovi clienti, allora punta tutto sui contenuti. Ma la produzione dei contenuti non riguarda solo testi e articoli. Per pubblicizzare in modo efficace il tuo sito web realizza anche contenuti audiovisivi e infografiche, intuitive e molto amate dai lettori per la loro immediatezza comunicativa.

  23. Partecipa alle comunità online del settore
    Le community online ti danno la possibilità di creare in prima persona una comunità per discutere di argomenti di comune interesse (aiutando gli altri e quindi guadagnando in notorietà nel settore). Gestire una community richiede notevole impegno e tempo a disposizione: dovrai innanzitutto sviluppare un progetto, individuare obiettivi e scegliere una piattaforma da utilizzare come quelle su Google Plus.

  24. Promuoviti come esperto su siti di “domande e risposte”
    Probabilmente è un’informazione che ignoravi fino a questo momento ma esistono dei siti che fondano sulle domande&risposte la loro ragion d’essere. Lo scopo è quello di fornire informazioni preziose e gratuite agli utenti che cercano le FAQ (le domande più frequenti) relative ad un determinato prodotto o servizio.

  25. Promuoviti come esperto in forum dedicati
    Molto simile al punto precedente, in alcuni casi però possiamo intervenire nei forum come ad esempio quello di Giorgio Tave, che affronta argomenti riguardanti il marketing, il copywriting, la Seo e via di seguito. Puoi trovarne anche per il tuo settore di appartenenza e partecipare in qualità di esperto.

  26. Apri un canale YouTube
    È diventato famoso per l’immediatezza e il potere persuasivo dei video, oggi è il secondo motore di ricerca al mondo, dopo Google. Puoi intuire con facilità quindi l’importanza di aprire un canale su YouTube, su cui caricare i video aziendali, i tutorial e ogni tipo di materiale utile ai tuoi followers.

  27. Utilizza i gruppi di Facebook e Linkedin
    Abbiamo accennato all’utilità delle community per pubblicizzare il tuo sito. Cosa diversa sono i gruppi, come ad esempio quelli su Facebook e Linkedin: la differenza sta nell’organizzazione, nella dimensione ma anche nelle finalità e nel tipo di comunicazione tra gli utenti e nei confronti del community manager ad esempio.
  28. Segui su Twitter i leader del settore
    Seguire i leader del tuo settore su Twitter ti permetterà non solo di rimanere aggiornato su nuove tendenze e news ma anche di acquisire la visibilità che ti occorre per il tuo sito, partecipando alle conversazioni e allo scambio di tweet.

  29. Ritwitta vecchi articoli
    Uno dei social network più versatili e “istantanei” nell’attuale panorama dei social esistenti. In Italia non è tra i preferiti ma Twitter è davvero molto utile per pubblicizzare il tuo sito, soprattutto se ad esempio organizzi un evento da far seguire in tempo reale ai follower. Puoi anche ritwittare vecchi articoli o riproporre quelli rivisti e corretti per aggiornamento.

  30. Produci podcast con materiale interessante
    Il podcast è un contenuto audio che viene trasmesso su internet e che si può scaricare e archiviare ad esempio in un lettore mp3. Offri diversi tipi di materiale interessante alle persone che ti seguono: puoi registrare un audio di un articolo del tuo blog, meglio se suddiviso in più parti in modo da registrare diverse “pillole” da pubblicare una di seguito all’altra.

  31. Copri tutti gli eventi che riguardano il tuo prodotto o servizio
    Ogni settore è ricco di eventi che vengono organizzati nei periodi e nelle modalità più disparate per pubblicizzare diversi servizi e prodotti. Per te che gestisci un sito e un blog diventa chiaramente indispensabile non solo partecipare il più possibile ma soprattutto dare comunicazione degli eventi più importanti ai tuoi lettori.

  32. Scrivi articoli controversi
    Un articolo di qualità come abbiamo visto copre in maniera completa e dettagliata un determinato argomento. Deve rappresentare un approfondimento verticale di quel topic specifico, laddove di solito abbraccia e comprende tutte le tesi più accreditate per offrire una panoramica esauriente al lettore. Il salto di qualità è quello di introdurre tu per primo una tesi, un nuovo punto di vista che seppur controverso ti permetterà comunque di attirare i riflettori su di te.

  33. Pubblica liste
    Le liste piacciono molto per la loro immediata comprensibilità. Organizzarne una è un modo per racchiudere più punti relativi allo stesso argomento, senza appesantire la lettura. Come questa che stai leggendo in questo momento, per intenderci.

  34. Offri suggerimenti e consigli
    In generale, non solo nel tuo sito ovviamente o blog ma nei commenti su siti terzi, sui social network, nelle discussioni dei forum e in risposta ai messaggi che ricevi.

  35. Scrivi articoli in serie su uno specifico argomento
    Quando si scrive un articolo non si pensa mai alla produzione estemporanea di un contenuto una tantum. Ogni articolo inserito nel piano editoriale, trova una sua collocazione all’interno di una programmazione logica, che scaturisce da attente analisi strategiche. In ottica di inbound marketing, questo significa lavorare su più fasi e scrivere articoli collegati tra loro, seppur relativi allo stesso specifico argomento.

  36. Scrivi tutorial e pubblica video dimostrativi
    Ne abbiamo fatto cenno per quanto riguarda la gestione del tuo canale aziendale su YouTube. Ovviamente puoi produrre diversi tipi di tutorial e video dimostrativi, da pubblicare direttamente sul tuo sito oppure come contributo esterno su siti terzi.

  37. Scrivi articoli sulle previsioni e i trend del settore
    Un’altra valida idea, per scrivere articoli che risultino interessanti e rilevanti per la tua audience, è di inserire informazioni sui nuovi trend di settore: fai ricerche sulle previsioni e l’andamento futuro nelle preferenze d’acquisto oppure nelle innovazioni tecnologiche ad esempio.

  38. Promuovi i tuoi articoli su Pinterest
    Se è vero che alcuni business si prestano in misura maggiore alla pubblicazione di foto e immagini, è altrettanto certo che l’elemento visual deve far parte della comunicazione online di ogni tipo di azienda. Su Pinterest puoi promuovere i tuoi articoli a tutto vantaggio della tua attività e della visibilità del sito aziendale.

  39. Intervieni da esperto su Quora
    Nasce in California ma Quora è disponibile anche nella versione italiana: questa rete sociale che permette a tutti gli interessati di porre domande e fornire risposte riguardanti gli argomenti più disparati. Un’altra vetrina preziosa, dove far bella mostra di sé in qualità di esperto e farsi notare dai partecipanti.

  40. Intervieni da esperto su Yahoo Answers
    Altra opportunità molto simile la offre Yahoo, che nella sua sezione Answers propone diversi argomenti suddivisi per categoria (ce ne sono circa una trentina differenti), all’interno delle quali puoi lasciare il tuo contributo e di conseguenza aumentare la tua visibilità agli occhi di un target già potenzialmente interessato.

  41. Riunisci gli articoli migliori e fai una raccolta settimanale o mensile
    Dopo tanto lavoro, è arrivato il momento di programmare un’uscita settimanale o mensile dei tuoi articoli migliori. Inviali attraverso la newsletter ad esempio o pubblica un super-contenuto con i link interni ad ogni singolo testo scritto in precedenza.

  42. Apri una campagna AdWords
    Adwords è lo strumento di sponsorizzazione messo a disposizione da Google per far comparire i tuoi messaggi promozionali nelle pagine dei risultati. Annunci a pagamento che vengono settati in base a parole chiave definite a monte, in base ad analisi strategiche di marketing e di posizionamento.

  43. Apri una campagna pubblicitaria su Facebook
    I Facebook Ads seguono lo stesso principio degli annunci Google Adwords: si tratta di messaggi a pagamento che appaiono in forma di finestra pubblicitaria, non a caso ovviamente ma nel momento in cui le persone stanno cercando qualcosa di affine all’annuncio che proponi tu.

  44. Organizza un contest e offri promozioni a tempo
    Organizzare un concorso a premi è un’idea sempre valida, che incontra il favore della maggior parte delle persone: per pubblicizzare il tuo sito web allora lancia un contest e metti in palio una vincita (un prodotto ad esempio) oppure offri promozioni a tempo, da cogliere al volo.

  45. Inserisci Google Analytics e Search Console per capire il tipo di traffico
    Pubblicizzare il sito significa anche effettuare un monitoraggio continuo di tutti i dati a tua disposizione. Inserendo Google Analytics ad esempio o Search Console, scopri che tipo di traffico hai e le modifiche da apportare per migliorarlo.

  46. Crea versioni in inglese dei tuoi migliori articoli
    Un piccolo investimento che però ti apre le porte ad un mercato oltre i confini nazionali. Creare versioni in inglese di articoli che hanno riscosso molto successo, permette al tuo sito di esplodere in visibilità e alla tua azienda di farsi notare anche in paesi limitrofi.

  47. Velocizza il tuo sito
    Ultimo consiglio di questa lista di 47 idee per pubblicizzare un sito: velocizzarlo! Per quanto possa sembrare scontato, un sito lento e pesante da caricare vanifica sforzi immani e mesi di lavoro. Nessuno ha la pazienza di aspettare più di 2-3 secondi per il caricamento di una pagina web… “legge” online impietosa e crudele ma è così!

CONSULENZA GRATUITA

Se vuoi dare una marcia in più al tuo business la nostra consulenza gratuita fa proprio al caso tuo.

 

PRENOTALA SUBITO!