Blog

Come portare traffico al blog: le tattiche migliori

24-come-portare-traffico-al-blog-le-tattiche-migliori.jpg
author

Natalia Piemontese
Content Strategist specializzata in Inbound Marketing (Content Marketing HubSpot Certified).

#genera-nuovi-contatti  

10 novembre, 2017 - 5 min di lettura

Il tuo blog è curato, aggiornato ma ottiene poche visite? Devi migliorare la rete di distribuzione che hai creato intorno ai contenuti e sfruttare le analitiche per portare più traffico al blog. Le tattiche migliori le trovi in questo articolo.

Passiamo subito all'analisi delle strategie di successo per aumentare le visite al blog, generando più traffico. Ma prima leggi con attenzione questo esempio che ti propongo, è importante per capire perché lavorare tanto su questi aspetti per migliorarli.

Ne parlavo qualche giorno fa con un amico, che mi diceva: "Vorrei aprire un blog, mi dai qualche consiglio?".

Essendo un libero professionista, la domanda successiva è stata: "Perché? Quale obiettivo vuoi raggiungere?".

E lui: "Vorrei parlare del mio lavoro e far conoscere le mie competenze". Ottimo. Dopo aver discusso di dettagli legati alla sua attività, gli ho chiesto chi pensava che fosse il suo lettore ideale, il cliente modello interessato a leggere i suoi contenuti.

"Così sappiamo quali contenuti proporgli e come creare il network "giusto" per distribuirli". La sua risposta mi ha spiazzato: "No, non ti preoccupare, l'importante è scrivere articoli di qualità, le persone prima o poi li noteranno".

Non è così.

Immagina il tuo blog come un bellissimo negozio alla periferia della città. È curato, pulito, i prodotti ottimi e chi lo visita ne rimane piacevolmente impressionato. Il problema è che i passanti, in quella strada, sono davvero pochi. Una buona strategia di marketing ti aiuta ad aumentare le visibilità del tuo negozio. E non si tratta di pubblicità, nella forma ad esempio di un cartellone statico e ignorato dai più. 

Ma di tattiche efficaci che attirano solo persone già potenzialmente interessate e generano più traffico su Google e a livello di social media.

Come posso far conoscere il mio blog? 5 modi per aumentare visibilità e visite

Lavoriamo su tre aspetti:

  • contenuti
  • social media
  • monitoraggio e analisi di report e dati

1. Il primo passo è rivedere tutti i contenuti per ottimizzarli per Google

Come si fa?

Il contenuto è l'unico "gancio" che hai a disposizione per attirare le persone. Quindi deve essere scritto per loro, deve essere scorrevole, comprensibile, chiaro e molto pratico. Qui scopri come creare contenuti vincenti per il web.

Ci sono però alcuni accorgimenti da adottare per diventare "amico" di Google e far in modo che gli piaccia il tuo contenuto, favorendolo nei risultati di ricerca. Si tratta di tattiche che rientrano nella definizione di SEO (Search Engine Optimization) ovvero l'ottimizzazione dei contenuti per il motore di ricerca (che poi per antonomasia sappiamo che è Google).

Una delle tattiche migliori riguarda l'uso sapiente delle keyword. Si tratta delle parole-chiave legate al tuo business, quelle che le persone ricercano più spesso per trovare prodotti o servizi simili ai tuoi. Trovi un esempio molto chiaro nella storia del signor Pepito, alla ricerca di un modo per organizzare il battesimo di sua figlia, nel giardino di casa sua. La puoi scaricare gratis grazie al banner.

Se il blog è nato da poco, la soluzione più veloce per avere più visualizzazioni, è di pubblicizzare alcuni contenuti a pagamento, aiutandoti con campagne su Facebook o Google Adwords, davvero economiche.

Puoipotenziare la promozione dei tuoi contenutianche:

  • inserendo il link al tuo blog nella firma delle mail così come nel materiale cartaceo aziendale come brochure e biglietti da visita
  • condividendo sui social media e stimolando in maniera attiva, commenti, messaggi, visite dirette al sito.


Una tattica vincente per portare traffico al blog è di rivedere tutte le headline.

Il titolo di un articolo rappresenta la parte più importante dell'intero testo! Un titolo accattivante deve essere altamente persuasivo e invogliare le persone a saperne di più, a scoprire cosa succede, ad acquisire una nuova informazione ignorata fino a quel momento.

Nell'ambiente dei copywriter, si dice appunto che il testo deve essere una "catena": il titolo deve far venir voglia di leggere il sottotitolo o l'introduzione, e che ogni riga dell'articolo deve far venir voglia di leggere quella successiva. Un esempio?

Proprio l'ultima frase che hai letto. Concludendo con il punto, forse ti saresti fermato nella lettura. Ma inserendo la parola esempio con il punto interrogativo, questo ti ha stimolato ad andare avanti nella lettura per conoscere la risposta!

Se il titolo è determinante per decidere se leggere oppure no un contenuto, il testo è ciò che coinvolge il tuo pubblico. Per stimolare sempre più commenti o interazioni sui profili social aziendali, rivedili usando un linguaggio interessante ai loro occhi, utilizzando termini che fanno parte del loro quotidiano ma soprattutto proponendo soluzioni ai loro possibili dubbi.

A questo proposito, può aiutarti uno strumento come Buzzsumo, perché in base alle parole chiave che inserisci, cerca i post più condivisi e sarà più semplice individuare i contenuti che piacciono di più e quali siti li producono.

2. Crea un network valido e condividi i tuoi contenuti sui Social

Un blog che riceve visite e attrae sempre più visitatori, è un blog che offre valore, grazie alla produzione di contenuti di qualità, ma è anche un blog capace di aumentare la sua "rendita" (come quella catastale degli immobili, per intenderci). Abbiamo visto l'esempio del negozio di periferia che aspira ad una maggiore visibiltà. Cambiando posizione -magari scegliendo una vetrina nel corso principale della città- aumenterebbe la sua "rendita" e quindi il suo valore agli occhi delle persone.

 

Come si fa?

Diventando un punto di riferimento del settore per avere notizie, aggiornamenti, ricevere tutte le news, con la garanzia di fonti attendibili e completezza dei risultati. Ad esempio:

  • a quale sito pensi, se devi trovare una ricetta di cucina?
  • quale blog ti viene in mente se vuoi sapere tutto di inbound marketing?

Le relazioni online sono indispensabili per creare connessioni, discutere, mostrarsi e quindi cogliere preziose opportunità di diventare un punto di riferimento per la tua audience. 

Questo rappresenta anche un ottimo vantaggio competitivo per sbaragliare la concorrenza! 

E qual è il modo migliore per acquisire più visibilità e farti trovare proprio lì dove il traffico è più intenso?

Pubblicare sui Social Media, stimolando in modo attivo le interazioni e offrendo ai tuoi potenziali clienti un eccellente servizio di customer care. Un sito come Findpeopleonplus è di aiuto per individuare le persone più influenti della tua nicchia: "agganciando" quelle, sai di garantirti di riflesso anche tutte le persone che le seguono.

Scrivere guest post è una tattica provata per aumentare le visite al tuo sito. 

In cosa consiste? Scrivi e pubblica un contenuto su un sito terzo, affine ma non direttamente concorrenziale al tuo. In questo modo i lettori del sito in questione, leggendo il tuo articolo e trovandolo interessante, scopriranno chi sei e seguiranno incuriositi il link che li condurrà dritti al tuo blog.

Ma solo gli articoli rappresentano un tipo di contenuto efficace? Assolutamente no.

Nel nostro caso si tratta solo di esempi per chiarire il tipo di azione strategica da condurre per portare più traffico al tuo blog aziendale. Ma anche i VIDEO oppure un E-BOOK rappresentano contenuti potenti e virali, per farti conoscere dal tuo pubblico di clienti in target.

3. Misura il traffico, monitorando dati e statistiche

Google Analytics è un ottimo punto di partenza per analizzare il tuo sito, un software potente che mette a disposizione una quantità enorme di dati indispensabili per adottare una strategia di web marketing vincente per il successo del tuo sito aziendale. Puoi:

  • capire chi sono i tuoi visitatori
  • da quale fonte di traffico provengono
  • quali pagine hanno visitato
  • per quanto tempo sono rimasti

e in generale una miriade di informazioni riguardanti anche la lingua che parlano ad esempio, il punto in cui hanno abbandonato il sito e via di seguito.

Per concludere, va da sè che sarebbe impensabile tralasciare questo tipo di dati per portare traffico al blog: nessuna tattica è infallibile se prima non sai quali errori devi correggere e quali invece sono le strategie da implementare per far schizzare in alto il tuo sito aziendale, nella prima pagina di Google.

Leggi a questo proposito la storia di Pepito, rimarrai stupito dal percorso che il cliente compie su internet, prima di arrivare a trovare la tua azienda.

Scopri il percorso che le persone compiono per raggiungere il tuo blog e contattarti