Blog

Facebook Zero: come cambia il news feed e cosa i Marketer devono sapere

Facebook_Zero_come_cambia_il_news_feed
author

Emanuel Paglicci
Primo in Ticino ad aver introdotto HubSpot e la metodologia Inbound, 15 certificazioni acquisite. Contributor nel blog di SEMrush e Webintesta.it. Co-docente del corso: APF Specialista in Marketing (SMS School). Speaker e Autore del libro "I contatti servono se sai trasformarli in clienti ricorrenti" (Dario Flaccovio editore).

#genera-nuovi-contatti   #facebook  

Facebook sta apportando cambiamenti significativi al suo algoritmo di news feed nel tentativo di dare priorità alle interazioni tra persone e amici. Questi aggiornamenti si tradurranno, concretamente in meno post da fan page e meno video nel news feed.

1. Cosa significano questi aggiornamenti per i Marketer di Facebook?

Man mano che Facebook inizierà a dare priorità ai contenuti che facilitano le connessioni e le interazioni interpersonali, i marketer dovranno aspettarsi che la copertura organica delle loro pagine Facebook diminuisca.

In particolare, gli utenti vedranno più messaggi da persone a cui sono connessi nel news feed e meno contenuti dalle pagine che seguono. Si tratta di un cambiamento molto importante rispetto ai valori precedenti del news feed, dato che la priorità era data al tempo totale speso su Facebook e al numero di persone che condividevano direttamente i messaggi.

Anche se Facebook valuta ancora il contenuto delle pagine come una parte importante dell'ecosistema della propria piattaforma, il news feed sposterà l'attenzione dal ranking dei contenuti direttamente consumati dalle pagine (che si ridurranno) ai contenuti condivisi e di cui si parlerà tra amici (che cresceranno).

Inoltre, i fattori di classificazione esistenti che determinano ciò che viene visualizzato nel news feed ancora influenzano la visibilità totale dei post dalle pagine di Facebook, così come il tipo di contenuto che è pubblicato e come le persone reagiscono ad esso. 

Come accennato in precedenza, gli utenti inizieranno a vedere anche meno contenuti video nel news feed perché generano meno engagement, in particolare i video pubblici. Questa è una novità interessante introdotta da Facebook.

Non è ancora chiaro se questi aggiornamenti influenzeranno i video che durano 60 secondi o i video molto lunghi, e il tempo medio di visione; lo scopriremo più avanti.

2. Quali tipi di contenuto riceveranno una maggiore distribuzione nel news feed?

Dopo questo aggiornamento i messaggi che susciteranno e ispireranno conversazioni e interazioni significative tra le persone saranno considerati prioritari rispetto ai contenuti pubblici nel news feed.

Gli esempi includono:

  • Più contenuti da amici e familiari
  • Messaggi di amici e familiari che cercano consigli o recensioni
  • Notizie, articoli o video che spingono le persone a discutere e interagire

I messaggi che non ispirano conversazioni o interazioni significative tra le persone saranno visti meno nel news feed. Tutte le attività che spingono le persone a commentare i post non verranno considerate interazioni "idonee" e le pagine che le useranno non avranno i benefici sperati.

3. In che modo Facebook Zero influirà sui costi degli annunci su Facebook Ads?

Dato che il news feed valorizzerà le interazioni di qualità superiore rispetto ad un numero elevato di interazioni, Facebook si aspetta che le persone, alla fine, trascorreranno meno tempo sulla piattaforma. Questa riduzione di tempo porterà ad una variazione del costo degli annunci su Facebook Ads oppure no?

Di sicuro non ci saranno cambiamenti dal punto di vista del ranking. Ma cosa dire dal punto di vista dei prezzi, soprattutto se si considerano gli effetti che questi aggiornamenti avranno, probabilmente, nel mondo dell'immobiliare ad esempio (dove c'è una grande offerta ed una grande domanda)?

Possiamo provare a fare alcune previsioni ipotizzando gli effetti che questi aggiornamenti potrebbero avere sul costo complessivo degli annunci su Facebook Ads, utilizzando il grafico qui sotto:

facebook-news-feed--come-incide-sui-costi-degli-annunci

Prima dell'entrata in vigore di questi cambiamenti, il punto di equilibrio si trova nell'incrocio tra P1 e Q1. 

Ecco quali potrebbero essere 3 ipotesi sull'effetto degli aggiornamenti del news feed:

  1. il modo in cui gli annunci su Facebook Ads compariranno nel news feed degli utenti rimarrà invariato.
  2. le persone passeranno meno tempo sulla piattaforma, il che significa che ci sarà meno offerta di pubblicità su Facebook (nel campo immobiliare tornando all'esempio di prima). Questo causerebbe la diminuzione della linea dell'offerta S1 e l'avvicinamento alla linea S2, causando quindi un aumento del prezzo degli annunci Facebook.
  3. molte più pagine aumenterebbero la pubblicazione dei post o investirebbero in annunci pubblicitari per combattere la perdita complessiva della copertura organica, il che significherebbe una maggiore domanda totale di annunci su Facebook Ads. In questo modo la linea della domanda D1 aumenterebbe e si avvicinerebbe alla linea D2, il che corrisponderebbe anche ad aumento del prezzo degli annunci Facebook.

Il nuovo punto di equilibrio sarebbe quindi P2Q2, dove il prezzo complessivo degli annunci Facebook è aumentato a seguito della diminuzione dell'offerta e dell'aumento della domanda, mantenendo costanti altri fattori.

Con l'entrata in vigore dei cambiamenti, dovrai prevedere quindi delle attività per incoraggiare, in modo naturale, le persone ad interagire con la piattaforma.

Pubblica quindi solo contenuti di qualità che stimoleranno le conversazioni tra gli utenti.

Facebook Zero come cambia il news feed e cosa i Marketer devono sapere