<img alt="" src="https://secure.leadforensics.com/222484.png" style="display:none;">
Skip to content
Francesca Moretti 04 agosto 2022 8 min

Social media strategy: ecco quali social scegliere

Scegliere i social giusti su cui implementare la tua social strategy è la chiave per il tuo successo. Utilizzare la piattaforma sbagliata significa non riuscire a intercettare il tuo target, e di conseguenza scagliare “nel vuoto” la tua freccia. In questo articolo sveliamo le regole generali per capire quale social scegliere in base al target di riferimento.

L’uso dei social network è ormai un'abitudine per tutti: viene quasi spontaneo “scrollare” la homepage dei propri social preferiti. In questo contesto, le aziende si inseriscono perfettamente con i loro contenuti, per ottenere i propri risultati anche negli orari in cui tradizionalmente “il business non lavora”. Per riuscire a posizionarsi positivamente nella mente dell’utente medio sui social, però, è necessario adottare una strategia comunicativa funzionale, che giochi sulla semplicità e sulla chiarezza, e soprattutto sulla coerenza di contenuti con quanto gli utenti si aspettano di trovare sulla propria homepage (logica della “rilevanza”, mostrare all’utente solo contenuti da lui considerati di valore), in modo da non risultare “intrusivo”, di troppo, fastidioso. Ma la domanda è: su quali social inserirsi con la propria strategia?


quali social scegliere

 

Scegliere il social giusto: come ottenere risultati con la tua social media strategy

La chiave è conoscere il tuo target e comunicare seguendo le sue esigenze e aspettative, quindi utilizzando la piattaforma social che preferisce e seguendo le logiche della stessa.

La risposta giusta alla domanda “quali social scegliere?” è: dipende.
Oggi esiste una vasta gamma di piattaforme social da poter utilizzare.
Vuole forse dire che per avere successo devi usarle tutte? No: usa quelle che possono performare al meglio per il tuo business. Ci sono diversi aspetti da considerare:

  • Qual è il tuo target?
  • Com’è il tuo business model (B2B o B2C)?
  • Che modalità di vendita hai a disposizione? Hai un e-commerce o vuoi che le persone si rechino al tuo negozio fisico?
  • Su che social sono presenti i tuoi competitor? (Conduci un benchmark!)

Ogni social risponde a esigenze differenti; la piattaforma giusta per te è sicuramente quella su cui il tuo pubblico è maggiormente concentrato e attivo. Ma come si suddivide il pubblico sui vari social?

“Regole generali” per capire quali social scegliere:

 

# Instagram
Sebbene Facebook mantenga il primato per numero di iscritti, Instagram oggi è senza alcun dubbio uno dei social più usati dal pubblico giovane, basti pensare che nel 2016 ha registrato un engagement rate del 58% superiore a quello di Facebook. La potenzialità della piattaforma si manifesta su due aspetti in particolare:
  • Contenuti visual: se vendi prodotti visivamente accattivanti e che si prestano a essere fotografati, con Instagram puoi fare bingo. Più le immagini dei tuoi prodotti sono catchy, più è probabile che gli utenti  visitino la tua pagina o il tuo sito. 
  • Marketing emozionale: Instagram si presta anche a raggiungere il tuo target attraverso contenuti emozionali, che trattano di tematiche di interesse del tuo pubblico e che possono spingerlo a essere incuriosito dalla tua realtà o dal tuo modo di comunicarla. In questo modo, potrai aumentare sia la tua brand awareness, e sia un sentiment positivo verso i tuoi prodotti o servizi.

# Facebook (Meta)
Facebook è stato il primo social network per eccellenza e un tempo raggruppava utenti di tutte le età. Oggi il suo utilizzo è cambiato ed è usato soprattutto da persone più mature, in media al di sopra dei 35 anni. Il grande vantaggio di questa piattaforma è che quasi ogni tipo di contenuto performa bene: testi, immagini, video, stories. Gli utenti che cliccano sugli advertising di Facebook tendono poi ad acquistare il prodotto pubblicizzato.

# TikTok
Se il tuo target è composto perlopiù da persone molto giovani (come ad esempio i teenagers), TikTok è il social che fa al caso tuo. Si tratta di una piattaforma di condivisione di brevi video, la cui visibilità è cresciuta in modo incredibile negli ultimi anni.

# LinkedIn
LinkedIn è un social a sé stante: è la community dei professionisti, caratterizzata da un target generalmente adulto, interessato a contenuti informativi legati al mondo del business e della professione. Proprio per questo, è adatto alla comunicazione B2B.

# YouTube
YouTube è “il social che mette d’accordo tutti”: raggruppa un range di utenti molto ampio e si basa sui contenuti video, il mezzo di content marketing più in crescita e in voga del momento. Si presta perfettamente per video how-to in cui spiegare le potenzialità e il funzionamento dei tuoi prodotti, o per mettere in atto una strategia di Influencer Marketing, collaborando con personalità di spicco e chiedendo loro di fare product placement all’interno dei loro video.

# Pinterest
Il 60% degli utenti di Pinterest sono di genere femminile. Come nel caso di Instagram, è un social particolarmente efficace se i tuoi prodotti sono visivamente gradevoli. Proprio per questo, i settori che puntano maggiormente su questa piattaforma sono fashion, food, decor, wedding, fitness.

# Twitter
Per quanto l’uso dei social sia in continua crescita, questo non vale per Twitter, il cui numero di utenti è diminuito negli ultimi anni. Ad ogni modo, Twitter può offrire vantaggi alla tua attività se ti occupi di intrattenimento, real time news, sport, politica, tecnologia, marketing ecc.
Con contenuti brevi e dritti al punto, Twitter è destinato alla condivisione di aggiornamenti puntuali sulle ultime notizie. Su questo social, puoi mettere in luce il tuo brand come voce esperta ed autorevole, un supporto per chi è sempre alla ricerca di informazioni attendibili.

Ovviamente, questo elenco non include tutti i social disponibili oggi. Altre piattaforme come Whatsapp, Telegram, Snapchat, Vimeo possono rappresentare una finestra di opportunità per i brand in base alle esigenze e al target medio. Per aiutarti nella selezione della piattaforma per la tua social media strategy, guarda questo resoconto delle piattaforme più utilizzate in base ai dati demografici, realizzato dal Pew Research Center:social media strategy

È quasi superfluo a questo punto dire che non è sufficiente postare ogni tanto o mettere delle stories divertenti per ottenere buoni risultati con i social. È essenziale tenere a mente che ogni piattaforma richiede una social media strategy efficace e strutturata ad hoc, perseguita con costanza, seguendo un piano editoriale e tenendo traccia delle metriche per ottimizzarla di volta in volta.

Per fare questo, il supporto di un Team di professionisti come quello di Ander Group può fare la differenza: il know-how, l’expertise e il continuo aggiornamento sui cambiamenti delle piattaforme può portare il tuo account aziendale sui social da essere solo una pagina, a essere una fonte di entrate (nuovi lead, clienti effettivi, sales e word of mouth) per il tuo business.

Contattaci!

 

avatar

Francesca Moretti

Nel ruolo di Marketing & Communication Strategist in Ander Group, Francesca esprime la sua creatività attraverso la ricerca e scrittura di contenuti per ideare campagne, articoli del blog e social media post. La sua laurea in Economia e Marketing viene messa a frutto analizzando risultati e pianificando strategie digitali per la crescita aziendale. Ogni giorno non è uguale all'altro!