Blog

Trovare clienti: confronto tra Inbound Marketing e Content Marketing

confronto tra Inbound Marketing e Content Marketing
author

Emanuel Paglicci
Primo in Ticino ad aver introdotto HubSpot e la metodologia Inbound, 15 certificazioni acquisite. Contributor nel blog di SEMrush e Webintesta.it. Co-docente del corso: APF Specialista in Marketing (SMS School). Speaker e Autore del libro "I contatti servono se sai trasformarli in clienti ricorrenti" (Dario Flaccovio editore).

#inboundmarketing   #contentmarketing  

Oggi parliamo di due colossi per trovare clienti: l'Inbound Marketing e il Content Marketing. Quali sono le differenze tra le due strategie? Perché è importante conoscerle, se vogliamo migliorare la User Experience dei nostri clienti e guadagnare di più online?

Non è una semplice questione di terminologia. Vediamo perché.

Qual è la strategia più efficace per trovare clienti?

Quando si tratta di trovare nuovi clienti, le sfumature semantiche servono a poco. Giusto? Viene spontaneo dire: lasciamo agli altri i dibattiti sulle definizioni e concentriamoci sulla produzione di qualcosa di buono per attirare nuovi contatti.

Mi torna in mente la famosa battuta di Muhammad Ali, in risposta al giornalista Cosell, dopo aver vinto un incontro. L'affermazione fu: "Sei estremamente truculento!". Il campione rispose: "Qualsiasi cosa sia truculento, se significa fare qualcosa di buono, allora sì, sono così".

Ecco, qualsiasi cosa siano Inbound Marketing e Content Marketing, se sono così efficaci per trovare nuovi clienti, allora sì, vanno bene, al di là del loro significato.

In effetti, non è così immediato fornire una risposta univoca che illustri bene la distinzione.

Domanda: Quale delle seguenti opzioni descrive meglio la relazione tra Inbound Marketing e Content Marketing?

Ecco le possibili opzioni:

  1. sono sinonimi
  2. il Content Marketing è un sottoinsieme dell'Inbound Marketing
  3. l'Inbound Marketing è un sottoinsieme del Content Marketing
  4. sono fondamentalmente diversi
  5. non è ho idea

La risposta istintiva che sono propenso a dare è che il Content Marketing è un sottoinsieme dell'Inbound Marketing. Ma poi la risposta diventa ragionata e penso che non esiste Inbound Marketing senza contenuti. Sono la sua linfa vitale. E penso al cane che si morde la coda.

Volendo però rimanere su una risposta a grandi linee, confermiamo la seconda. La maggior parte dei professionisti dell'area Marketing, vendite e dei servizi concorda nell'affermare appunto che il Content Marketing è da posizionare sotto il più ampio cappello delle attività previste dalla strategia Inbound.

Inbound Marketing: definizione e articoli per approfondire

L'Inbound Marketing è una metodologia, che aiuta l'impresa a trovare nuovi clienti. Come? Semplificando il più possibile la vita alle persone. Ogni passaggio verso l'acquisto è chiaro e diretto, riesce a trovare subito quello che cerca, il sito web è facile da navigare, il blog è interessante da leggere.

Nessuna pubblicità di prodotti, nessuna opera di convincimento: "solo" contenuti utili, che aggiungono valore alla sua vita, trovano soluzioni ai suoi problemi, gli aprono la mente a nuove prospettive.

Ecco alcuni articoli per approfondire:

  1. Cosa succede se ti affidi ad un'agenzia di Inbound Marketing?
  2. Inbound Marketing e E-Commerce: perché è un connubio vincente
  3. Marketing tradizionale e Inbound a confronto

Content Marketing: cos'è e diversi esempi di contenuto

Il Content Marketing è una strategia, che punta sulla produzione di contenuti per attirare l'interesse di un Target ben preciso di persone da trasformare in Lead e poi in clienti ricorrenti.

Dobbiamo focalizzarci solo su un aspetto: veicolare il messaggio aziendale alle persone. Non fare pubblicità di prodotti ma trasmettere emozioni. Per farlo, utilizziamo la tecnica dello storytelling e diversi tipi di contenuto:

Ma ha davvero importanza questo confronto tra Inbound Marketing e Content Marketing?

Sì.

Innanzitutto perché tutti noi che lavoriamo in quest'ottica per trovare nuovi clienti, dobbiamo abituarci a pensare in termini di "e" e non di "o", quando approcciamo le due attività.

Il successo della strategia aziendale dipende da entrambe. Il contenuto è benzina per il tuo motore Inbound ma ci sono tanti altri progetti Inbound da portare avanti (come la SEO, le prove Freemium, l'utilizzo di CRM, la User-Experience) che hanno ragione di esistere senza essere legati ai contenuti.

Se ci limitiamo alla produzione dei contenuti, senza lavorare ad ampio spettro, includendo tutta questa serie di attività, allora stiamo limitando in modo notevole il potenziale di riuscita del piano strategico elaborato.

L'Inbound Marketing ha bisogno dei contenuti per funzionare, per creare interazioni e stimolare contatti.

Il Content Marketing necessita del supporto di un'intera strategia Inbound per trovare clienti: un contenuto isolato pubblicato sul sito è fine a se stesso. Quindi inutile.

Per quanto riguarda la tua azienda, puoi semplicemente dedicarti a trasmettere valore reale al tuo pubblico. A creare qualcosa di buono in grado di attirare nuovi contatti e fidelizzarli, lasciando agli esperti il compito di pianificare l'una o l'altra attività.

In fondo, per quanto truculento fosse Ali, sarà sempre ricordato semplicemente come il più grande.

GUIDA GRATUITA

Vuoi leggere subito una guida illustrativa sull'Inbound Marketing e il suo funzionamento?

SCARICALA SUBITO!